Tariffe

Tariffe in vigore dal 1° aprile 2010

A seguito dell'Allegato A . TIVG ex Del. ARG/gas 64/09 , vengono pubblicate le tariffe e i criteri per la determinazione delle condizioni economiche di fornitura del gas naturale ai Clienti finali e disposizioni in materia di tariffe per l’attività di distribuzione.

I criteri di determinazione del prezzo di vendita del gas sono individuati dall'Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (AEEG).

Il prezzo del gas è composto da una quota fissa e da una parte variabile.

La prima viene attribuita mensilmente, la seconda si applica al volume di gas consumato suddiviso per scaglioni. Gli scaglioni sono al massimo otto, espressi in standard metri cubi, e riferiti al gas consumato in un anno termico (periodo che va dal 1 gennaio al 31 dicembre di ogni anno). Ad ogni scaglione è associato un prezzo, che diminuisce passando a scaglioni di maggior consumo. Il prezzo può variare ogni tre mesi in relazione all’andamento dei prezzi dei prodotti petroliferi. Il consumo si somma di fattura in fattura, fino al riempimento degli scaglioni, quindi durante l’anno termico, il prezzo applicato sarà diverso in funzione dello scaglione raggiunto. Ciò significa che il prezzo medio del gas consumato andrà man mano riducendosi. Quando il consumo di un periodo ricade all’interno di due scaglioni, si applicano i due prezzi di riferimento.Il potere calorifico (PCS) modifica il prezzo del gas, che per questo motivo potrà essere diverso da un Comune all.altro, la zona geografica e altimetrica modificano i volumi e quindi indirettamente il prezzo.

Qui di seguito è possibile visualizzare il prezzo di vendita del gas:

Imposte di Consumo Gas Metano

Di seguito vengono riportate le aliquote di accisa sul gas metano in vigore dal 1° gennaio 2009, così come previsto dal D.Lgs 26/07 del 2 febbraio 2007
 
IMPOSTA DI CONSUMO GAS METANO
IVA
Destinazione d'uso
Scaglioni di consumo (1)
[€/mc]
Standard
CIVILE
da 0 a 120 mc/anno
0,0440000
10%
da 121 a 480 mc/anno
0,1750000
10%
da 481 a 1560 mc/anno
0,1700000
20%
oltre 1560 mc/anno
0,1860000
20%
FORZE ARMATE (2)
da 0 a 480 mc/anno
0,0116600
10%
oltre 480 mc/anno
0,0116600
20%
INDUSTRIALE (3)
da 0 a 1200000 mc/anno
0,0124980
20%
oltre 1200000 mc/anno
0,0074988
20%
PRODUZIONE
ENERGIA ELETTRICA
Su tutto il consumo
0,0004493
10%
AUTOPRODUZIONE ENERGIA ELETTRICA
Su tutto il consumo
0,0001348
10%
AUTOTRAZIONE
Su tutto il consumo
0,0029100
20%
 
(1) Per usi civili il metodo di applicazione delle aliquote è a riempimento.
(2) Le esenzioni per i dipendenti Nato rimangono invariate.
(3) Gli usi industriali, rientranti nelle categorie previste nel n.103, della Tabella A, parte III allegata dal DPR 633/1972 (imprese estrattive, agricole, e manifatturiere comprese le imprese poligrafiche, editoriali e simili nonché imprese che producono energia elettrica), hanno diritto all'aliquota del 10%.

Al consumo del gas viene applicata anche l'addizionale regionale con aliquote differenziate a seconda dell'ubicazione dell'utenza. Fanno eccezione le regioni a Statuto Speciale.